Informazioni

In questo blog si vuole immaginare un modo nuovo di fare coding.

Per farlo ci si ispira alla concezione filosofica dell’Idealismo oggettivo così come è stata veicolata dall’Antroposofia.

Come base di partenza si è scelto di utilizzare un linguaggio di programmazione dalla lunga storia, il BASIC, in particolare la versione supportata dal compilatore multipiattaforma FreeBASIC, distribuito secondo i termini della licenza GPL.

Perché scegliere un linguaggio come il BASIC? Non ci sono forse linguaggi di programmazione ben più importanti come Java, C o Python?

Per avere una panoramica dei linguaggi più utilizzati puoi dare uno sguardo all’indice di popolarità dei linguaggi di programmazione TIOBE Index.

Certo, ma per chi deve imparare a programmare, farlo con il FreeBASIC risulta più facile rispetto al Java o al C, e meno dispersivo rispetto al Python che offre innumerevoli librerie e una gran quantità di documentazione che può finire con il disorientare chi è alle prime armi.

Inoltre è possibile installare il compilatore FreeBASIC sul proprio computer semplicemente copiandolo. Ciò significa che non è necessario avere il profilo di Amministratore per usarlo.

Con il FreeBASIC possiamo quindi compiere i primi passi nel mondo della programmazione senza essere gravati fin da subito con inutili complicazioni. A tal fine viene messa a disposizione anche una sintetica Guida al FreeBASIC.

Lo scopo è quello di provare a gettare uno sguardo non meramente utilitaristico sul mondo dell’informatica; e per non rimanere soltanto ad un livello teorico, si è scelto di concretizzare questo percorso di ricerca nel progetto RIMIRO.

“Il destino si compone di due complessi di fatti che nella vita umana si congiungono in un’unità. L’uno si sprigiona dall’intimo impulso dell’anima; l’altro si accosta all’uomo dal mondo esterno.” R. Steiner, La mia vita, Milano, Editrice Antroposofica, 2018, p. 132

Se desideri collaborare come autore puoi utilizzare la pagina Contatti.