FreeBASIC – installazione

Installare il compilatore FreeBASIC è un gioco da ragazzi.

Procedura per i sistemi Windows

  1. Accedere al sito ufficiale FreeBASIC e premere sul pulsante verde in evidenza con la scritta Get FreeBASIC che rimanda alla piattaforma Web di condivisione del codice SourceForge.
  2. Cliccare sul link Binaries – Windows.
  3. Cliccare sul link FreeBASIC-x.xx.x-win32.zip (oppure FreeBASIC-x.xx.x-win64.zip per i sistemi a 64 bit) e attendere il download del file. Meglio evitare di scaricare il file eseguibile .exe.
  4. Decomprimere il file in una cartella a piacimento ricordandosi di fare in modo che il percorso completo sia composto da nomi di cartelle contenenti soltanto caratteri alfanumerici privi di lettere accentate e spazi.
  5. A questo punto è utile far conoscere alla nostra macchina il percorso per arrivare al compilatore da qualsiasi altra cartella dove potremo salvare i nostri file contenenti il codice sorgente da compilare. Per fare questo occorre impostare la variabile di sistema PATH.
  6. Per disinstallare il compilatore sarà sufficiente eliminare la cartella dove lo abbiamo decompresso.

Procedura per i sistemi Linux

  1. Accedere al sito ufficiale FreeBASIC e premere sul pulsante verde in evidenza con la scritta Get FreeBASIC che rimanda alla piattaforma Web di condivisione del codice SourceForge.
  2. Cliccare sul link Binaries – Linux.
  3. Cliccare sul link FreeBASIC-x.xx.x-linux-x86.tar (oppure FreeBASIC-x.xx.x-linux-x86_64.tar per i sistemi a 64 bit) e attendere il download del file.
  4. A questo punto apriamo una finestra Terminale, spostiamoci nella cartella dove è stato decompresso il file .tar e digitiamo il comando riportato a seguire che installerà automaticamente il nostro compilatore nella cartella di sistema /usr/local permettendoci quindi di lanciarlo da qualsiasi altra cartella:
    1. sudo ./install.sh -i
  5. Per disinstallare il compilatore sarà sufficiente lanciare questo comando:
    1. sudo ./install.sh -u
  6. Ora, in base al proprio sistema Linux, occorre installare dei pacchetti aggiuntivi che sono necessari per far funzionare correttamente il compilatore FreeBASIC. Per farlo ricordatevi di anteporre il comando sudo ad ogni nome di pacchetto:
Pacchetti per sistemi Debian/Ubuntu:
  gcc
  libncurses5-dev
  libffi-dev
  libgl1-mesa-dev
  libx11-dev libxext-dev libxrender-dev libxrandr-dev libxpm-dev
Pacchetti per sistemi Fedora:
  gcc
  ncurses-devel
  libffi-devel
  mesa-libGL-devel
  libX11-devel libXext-devel libXrender-devel libXrandr-devel libXpm-devel
Pacchetti per sistemi OpenSUSE:
  gcc
  ncurses-devel
  libffi46-devel
  xorg-x11-devel

Nel prossimo articolo vedremo come utilizzare il compilatore FreeBASIC ed eseguire i nostri primi programmi BASIC. 🙂